Criteri di targeting e frammentazione dell’inventario

Gli ad server consentono ormai di gestire ogni genere di criterio per il targeting di una campagna. E’ possibile specificare il target geografico dell’utente per IP, definire criteri legati alle tecnologie utilizzate (ad es. browser, SO etc…), applicare altri parametri custom che, se opportunamente integrati con sorgenti di dati esterne, consentono di implementare targeting comportamentali o demografici. Da un punto di vista nominale tutti gli ad server “consentono tutto” ed è difficile riscontrare in ciascuno delle evidenti mancanze se non sottoponendoli ad un’analisi approfondita o ad un periodo prolungato di utilizzo.

Fatta questa premessa potrà sembrare bizzarro che editori e concessionarie pubblicitarie utilizzino solo alcune delle tante possibilità offerte da questi strumenti e che raramente siano avvezzi a segmentare in maniera estrema il proprio inventario. Si potrebbe pensare: “se avete già la tecnologia perché non avvantaggiarvene offrendola ai vostri clienti?”. Eppure ciò generalmente non avviene (se non in proporzione minima rispetto al totale) ed esistono diverse valide ragioni che giustificano questo paradosso: Continua a leggere Criteri di targeting e frammentazione dell’inventario