Il sistema di fatturazione: FreeAgent

Dopo il lancio di Dotadv allo IAB Forum è arrivato il tempo di vendere licenze! Così mentre attendiamo ancora poche settimane per le attivazioni delle istanze dei primi clienti, io mi sono organizzato per gestire la fatturazione.

Queste sono le nostre necessità a riguardo: le fatture devono essere generate automaticamente dal nostro sistema e puntualmente inviate ai clienti. Inoltre è necessario automatizzare il più possibile le verifiche di ricezione dei pagamenti e la riconciliazione dei conti della società.

Inizialmente eravamo assolutamente decisi a sviluppare il sistema di fatturazione internamente, poi mi sono chiesto: ma possibile che non esista un servizio in SaaS, che mi consenta di generare le fatture in pdf, che mi aiuti a gestire la contabilità e che soprattutto abbia delle buone api per poterlo integrare nei nostri sistemi? Così mi sono messo a cercare.

Conoscevo già la fatturazione di Paypal, per la quale provo antipatia, e che credo non consenta la generazione di fatture svincolata dalle sue richieste di pagamento. Mi serviva qualcosa in più.

Dopo una rapida ricerca ho scoperto che di servizi di questo genere ve ne sono a decine, ma ne ho dovuti provare diversi prima di trovarne uno che mi consentisse di generare documenti in italiano. Alla fine ho scelto FreeAgent.

Il supporto multilingua di FreeAgent riguarda soltanto i documenti generati, l’interfaccia resta in inglese ma nel nostro caso è sufficiente. Iniziando ad utilizzare FreeAgent sono rimasto sorpreso dalla concretezza dello strumento. Non si tratta solamente di un pannello per la fatturazione, è possibile gestire anche preventivi e progetti. Ma quello che mi ha maggiormente colpito è stata la gestione dei conti. In pochi minuti ho caricato le transazioni del conto bancario, della carta di credito, del conto Paypal e della cassa riconciliando le transazioni con estrema semplicità.

FreeAgent è perfettamente integrato con Paypal, non consente solamente di allegare alle fatture il link per il pagamento con l’ExpressCheckout, ogni notte verifica la presenza di nuove transazioni sul conto e le carica automaticamente in attesa di una riconciliazione manuale.

Per tutti i conti è possibile caricare le operazioni in formato OFX, QIF o CSV, il servizio web di ogni banca vi consentirà di esportare in almeno uno di questi formati.

Che dire… ho creato un utente per il mio commercialista dal quale attendo un feedback, se mi da l’ok userò freeagent anche per passargli la contabilità.

5 pensieri riguardo “Il sistema di fatturazione: FreeAgent”

  1. Ma la tua azienda è registrata nel Regno Unito o negli States?
    Mi sembra che Free Agent sia disponibile soltanto per questi due Paesi, quanto a tasse, etc.

    1. Ciao Caterina, si tratta di una semplice SRL, ho semplicemente impostato l’aliquota iva dai settaggi, per le mie necessità mi trovo benone e ho anche passato il check del mio commercialista. Certo l’interfaccia resta in inglese e sicuramente l’applicazione è migliorabile ma gli aggiornamenti funzionali sono molto frequenti.

  2. Buongiorno, mi perdoni.
    Volevo sapere se a distanza di un anno usasse ancora freeagent e se in qualche modo fosse comparabile come caratteristiche a banana.ch.
    Quindi tipo se gestisce il rendiconto IVA, etc…
    Anche io sapevo fosse disponibile solo in US e Uk.
    Da sempre alla ricerca di un sistema cloud adatto all’Italia inizio a rassegnarmi all’idea che non esista.
    Grazie molte!

    1. Salve Andrea,
      abbiamo usato a lungo Freeagent con qualche work around sulle traduzioni dei template, non ho provato però il servizio che hai linkato e non so fare quindi raffronti. Diciamo che Freeagent è un’applicazione molto semplice, completa di API (per noi un requisito), sicuramente non paragonabile a ERP più complessi. Andrebbe provata per capire se sufficiente a coprire le esigenze del caso, le “tasse” (IVA) sono personalizzabili ed è possibile esportare semplici rendiconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *