Aeromodellisti… altro che maker

Succede quasi sempre alle cose belle, ai fenomeni interessanti e alle migliori tendenze culturali che qualcuno ad un tratto decida di affibbiargli un nome… un’etichetta che avvicini alla gente comune concetti che alle volte sono tutt’altro che semplici ma, con una nuova parolina magica, diventano spendibili per i media e quindi entrano nel lessico delle persone comuni. La gente inizia a parlarne senza necessariamente saperne molto, senza viverle… si costruisce un’opinione sulla base di informazioni approssimative che diventano di pubblico dominio.

Non c’è niente di male ed è normale che accada, le cose belle vanno raccontate ed è positivo che la gente nei limiti del possibile ne prenda coscienza. Personalmente però preferisco le cose difficili, quelle che vanno cercate, scoperte e inventate… il genere di cose che rischiano di essere sporcate dal chiacchiericcio e da hype eccessivi. Continua a leggere Aeromodellisti… altro che maker

Open data vs open service

A volte un approccio accademico e autorevole come quello di Alfonso Fuggetta può servire a fare chiarezza e ad appiattire gli hype del momento. Segnalo il suo ultimo post sugli open data (vi consiglio di leggere anche i precedenti) nel quali chiarisce come gli open data non debbano essere intesi come un’alternativa ai web service.

Non ci avevo mai riflettuto, probabilmente perché di open data non mi sono mai interessato un gran che, eppure trovo che questo sia uno splendido esempio di come l’eccessivo chiacchiericcio riguardo un argomento possa risultare estremamente forviante e dannoso.